Un interessante articolo uscito su Repubblica, ormai più di un anno fa ma ancora molto attuale, che può dare degli stimoli interessanti per riflettere sull’uso della tecnologia e l’evoluzione del cervello umano.

Vai all’articolo